Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 100 Euro

Chiamaci Tel: +39 327 0859515

Blog

Quante varietà di caffè esistono?

ESISTONO DIVERSE TIOPOLOGIE DI CAFFE’ PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO, IN GRADO DI SODDISFARE I GUSTI DI OGNUNO DI NOI; CIASCUNA DI ESSE, CON AROMA, PROFUMO E SAPORI CARATTERISTICI, PERMETTE DI CREARE MISCELE ESCLUSIVE E BEVANDE ALTRETTANTO ORIGINALI E INCONFONDIBILI DA RAPPRESENTARE UN PIACERE UNICO.

LA COLITVAZIONE DELLE PIANTE DA CUI SI RICAVA IL CHICCO DI CAFFE’ AVVIENE IN ZONE GEOGRAFICHE MOLTO DIVERSE TRA LORO, CHE NE DETERMINA LA DIFFERENZIAZIONE. LE VARIETA’ DI CAFFE’ SI DISTINGUONO PRINCIPALMENTE PER: GUSTO, AROMA, INTENSITA’ E CONTENUTO DI CAFFEINA.

Ma quante varietà di caffè esistono? Nel mondo si contano più di 100 varietà anche se, di queste, solo alcune vengono selezionate per trasformarsi nella bevanda che tutti conosciamo, poiché poche hanno una reale rilevanza nel processo di commercializzazione. Possiamo distinguere quattro varietà o qualità di caffè principali, che sono le seguenti:

VARIETÀ ARABICA – È il tipo di chicco che copre quasi l’80% della produzione mondiale, senza dubbio il più coltivato e quindi il re delle tazze da caffè. Proveniente dal sud dell’Etiopia, il suo sapore è morbido e piacevole al palato, a volte ricorda aromi selvatici e noci, anche tocchi acidi. Ha un contenuto minore di caffeina rispetto ad altre varietà. Dalla tostatura e macinazione dei suoi chicchi si ottiene un caffè dolce, contraddistinto da una crema color nocciola. Trattandosi di un caffè per palati fini, per la sua delicatezza, i chicchi di caffè Arabica devono essere trattati con attenzione in fase di tostatura.

VARIETÀ ROBUSTA – È un chicco di caffè che proviene da un cespuglio molto più resistente rispetto al precedente, quindi è possibile coltivarlo in una maggiore varietà di terreni. La concentrazione di caffeina nel grano supera quella del caffè Arabica, di circa il 2-3%, in chicchi considerevolmente più piccoli, quindi si può definire perfetto per chi ama gusti vigorosi. Queste caratteristiche rendono il caffè della varietà Robusta una bevanda decisa, corposa e cremosa con toni leggermente speziati, caratterizzata da un’intensità maggiore. La sua degustazione di solito ricorda noci e legno. È coltivato principalmente in Africa e Indonesia.

VARIETÀ LIBERICA – Meno diffusa dal punto di vista commerciale rispetto alle precedenti, è comunque una varietà molto nota, soprattutto per il suo utilizzo incrociato con altre tipologie. Si tratta di un caffè particolarmente profumato, con un gusto piacevole al palato, e un leggero retrogusto molto speziato.

VARIETÀ EXCELSA – Pur essendo pensato come una sottocategoria del caffè Liberica si differenzia da esso in quanto i suoi fiori, frutti e cereali sono più piccoli e di qualità inferiore. Si tratta di un caffè molto profumato, con un gusto piacevole al palato, il cui uso però è molto ridotto.