Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 100 Euro

Chiamaci Tel: +39 327 0859515

Blog

>Quali paesi apprezzano di più il caffè?

 

                                                                   

 

In quali paesi si consuma più caffè? Da cosa dipende la quantità di caffè bevuta nei vari paesi?

Dai dati ufficiali pare proprio che di no. Spesso sul consumo di caffè c’è una sorta di divisione italocentrica, questo dato in realtà è molto inaspettato e conferma quanto il caffè sia una bevanda globalizzata e diffusa in tante culture alimentari, soprattutto quella europea. L’analisi svolta ha studiato la correlazione fra paesi freddi e consumo di caffè: i primi tre paesi a consumare più caffè troviamo la Norvegia, Islanda e Finlandia.

Oltre ad esserci una forte correlazione fra le condizioni climatiche fredde e il relativo consumo di caffè, ricordiamo che in questi paesi la preparazione avviene attraverso metodi di estrazione alternativi al classico espresso: per preparare un caffè filtro occorrono infatti più di 10/15 gr di caffè, contro i 7 necessari per erogare un tazzina di espresso.

Nel dettaglio, la Finlandia è la prima in assoluto con un consumo di circa 12kg di caffè l’anno a persona. Entrare in una casa di un finlandese e trovare il caffè nel bollitore non sarà cosa rara, oltre a essere avvolti dal fragrante profumo. Inoltre, a rendere cosi frequente il consumo della bevanda pare siano anche le numerose pause lavorative imposte dai sindacati, durante le quali si trascorre il tempo sorseggiando un buon espresso o un americano.

Al secondo posto troviamo un altro Paese scandinavo: la Norvegia con un consumo di 9,8kg di caffè pro capite. Qui il caffè compare per la prima volta nel 1700 come bevanda a consumo esclusivo per le persone ricche, per poi essere sdoganato anche nei ceti più popolari. Normalmente viene consumato sia a colazione che per accompagnare il dessert.

Assegniamo invece il terzo posto all’Islanda, caratterizzata da tante tipiche caffetterie indipendenti e poche catene multinazionali. Gli Islandesi consumano circa 9kg di caffè a persona.

La “top five” è completata da altri due paesi dell’Europa settentrionale, ossia la Danimarca (8,6kg di caffè a persona all’anno) e l’Olanda ( 8,4kg). E sono proprio gli Olandesi del 1600 a cominciare a piantare gli alberi di caffè vivi portati dallo Yemen, così diventando il primo Paese fornitore del vecchio continente.

Ah, e l’Italia?

Il nostro bel Paese si trova solo alla tredicesima postazione, con un consumo di circa 5,9kg di caffè a persona.